Connect with us

Notizie sugli attori

Netflix licenzia altri 300 dipendenti in una nuova tornata di tagli al lavoro

Netflix licenzia altri 300 dipendenti in una nuova tornata di tagli al lavoro

Poco più di un mese dopo aver annunciato che 150 persone stavano perdendo il lavoro, Netflix ha appena annunciato di aver aggiunto altri 300 dipendenti a quel numero.

Mentre Netflix continua ad adeguare la propria strategia aziendale dopo un’importante perdita di profitti all’inizio del 2021, l’azienda continua ad apportare modifiche adeguando il numero di dipendenti. La società ha licenziato diversi dipendenti con la maggior parte dei licenziamenti negli Stati Uniti.

Secondo giornalista di Hollywood:

Circa 216 dipendenti coinvolti erano negli Stati Uniti; 30 dipendenti sono stati tagliati nei paesi dell’Asia-Pacifico; 53 in Europa, Medio Oriente e Africa; e 17 in America Latina.

I co-chief di Netflix Reed Hastings e Ted Sarandos hanno dichiarato:

Sappiamo che questi due round di licenziamenti sono stati molto difficili per tutti, creando molta ansia e incertezza. Abbiamo in programma di tornare a un corso più normale degli affari in futuro. E mentre riduciamo in alcune aree, continuiamo anche a investire importi significativi nei nostri contenuti e nelle persone: nei prossimi 18 mesi, la nostra base di dipendenti dovrebbe crescere da ~1,5K a ~11,5K.

Come riportato in precedenza, 150 dipendenti sono stati licenziati a causa della crescita dei ricavi a maggio. Secondo Forbes, un portavoce della società ha chiarito che i recenti licenziamenti non avevano nulla a che fare con le prestazioni individuali ed erano strettamente basati sulle esigenze aziendali e sulla lenta crescita dei ricavi. Il portavoce ha detto: “nessuno di noi vuole dire addio a colleghi così grandi”. Hanno aggiunto che la società ha intenzione di “supportarli durante questa transizione molto difficile”.

Forbes osserva che nel primo trimestre Netflix ha riferito di aver perso circa 200.000 abbonati e prevede di perdere altri 2 milioni durante questo trimestre. Con la perdita di abbonati, anche le azioni della società sono diminuite di quasi il 35%.

Compagni, cosa ne pensi di questo?